Tu sei qui

DIBATTITO SULL’EMERGENZA SANITARIA NEL SALENTO

Il 5 luglio 2014 alle ore 18,30 si terrà presso l’Open Space di Palazzo Carafa, in piazza Sant’Oronzo a Lecce, un incontro dibattito sul tema “EMERGENZA SANITARIA E PRIMO SOCCORSO NEL SALENTO”. Prenderanno parte all’incontro Maurizio Buccarella (Portavoce al Senato per il Movimento 5 Stelle - Vicepresidente Commissione Giustizia), Anna Maria De Filippis (Presidente del Tribunale dei Diritti del Malato - Puglia), Daniela Donno (Portavoce al Senato per il Movimento 5 Stelle - Vicepresidente Commissione Diritti Umani), Silvano Fracella (Direttore Pronto Soccorso dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce), Mario Giugno (Medico Servizio di Continuità Assistenziale ASL Lecce), Maurizio Portaluri (Direttore U. O. Radioterapia Ospedale Perrino di Brindisi), Luigi Quarta (U. O. C. Radiologia).
Considerato che il diritto alla salvaguardia della salute dei cittadini, sancito dall’articolo 32 della Costituzione Italiana, è messo sempre più a dura prova dalla crisi economica, dalla continua ingerenza di interessi politici ed economici e dai limiti derivanti dal sistema di gestione della Sanità, è intendimento del Movimento 5 Stelle contribuire nel migliore dei modi affinché il Servizio Sanitario possa funzionare e svolgere pienamente le sue mansioni connesse alla tutela ed alla salvaguardia della salute dei cittadini. In quest’ottica si è individuato, in particolar modo nel Salento, nell’accesso ai servizi di primo soccorso e nelle modalità di ammissione corretta alle cure erogate dalle strutture ospedaliere, uno dei problemi cardine del malfunzionamento del servizio sanitario nella nostra provincia.
Tenendo ben presente che la gestione della sanità pubblica è un tema estremamente articolato e complesso, si tenterà comunque, nel corso dell’incontro e del confronto tra i vari esperti del settore, di mettere in evidenza le problematiche alla base dell’argomento in discussione cercando di delineare ipotesi di rimedio e fornendo al tempo stesso ai portavoce parlamentari spunti o suggerimenti affinché questi possano opportunamente operare e farsi promotori di iniziative legislative adeguate.

Commenti

La struttura ospedaliera è nata per rispondere alla necessità di salute da parte degli utenti che hanno bisogno di ricoveri appropriati.
Le strutture di primo soccorso e conseguentemente i vari reparti di ricovero sono strutturati e pagati per sostenere queste patologie. Quando ciò non succede il sistema salta lungo tutto il suo percorso. Perchè questo non accada è necessario che la medicina di base si organizzi e si faccia carico di tutti quei casi che non sono da ricoverare. Per risolvere ciò sarebbe sufficiente che la quota pro capite che viene pagata per ogni paziente venisse trasferita al sistema ospedaliero. Il sistema sanitario (lo stato) paga per ben due volte le spese per curare il paziente. Termine un anno si potrebbe risparmiare il 25-30% della spesa sanitaria con un crollo dei ricoveri impropri. Questo è un primo passo. Buon lavoro

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Inserisci i caratteri che vedi

Movimento 5 Stelle Lecce